Ricette ed appunti di viaggio di casa Micci & friends

Focaccia con cipolle

Focaccia con cipolle

La focaccia con cipolle è una tipica ricetta regionale italiana, del Lazio e delle Marche.

Focaccia con cipolle

Focaccia con cipolle di nonna Ilaria. Una ricetta di mia nonna, marchigiana di origina e romana di adozione. Ricetta estremamente povera, fatta con quello che si trovava in tempo di guerra, farina, acqua, cipolle e un po’ di sale.
Preparazione40 min
Cottura20 min
lievitazioni5 h 30 min
Tempo totale1 h
Portata: Antipasti, Appetizer
Cucina: Italiana, Lazio, Marche, Tipica Regionale
Parole Chiave: cipolle, focaccia, pizza
Porzioni: 8 persone
Chef: Claudio

Ingredienti

Per l’impasto
  • 400 gr farina 00
  • 200 gr acqua a temperatura ambiente
  • 10 gr sale
  • 25 gr olio e.v.o.
  • 10 gr lievito di birra fresco
Per il condimento
  • 250 gr cipolla dorata
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • q.b. olio e.v.o.

Istruzioni

  • Inizia sciogliendo il lievito in una ciotola con l’acqua a temperatura ambiente.
  • Aggiungi la farina poca alla volta…
  • mescolando con un mestolo.
  • Continua ad aggiungere farina poco alla volta.
  • Quando l’impasto inizia ad avere una certa consistenza aggiungi il sale…
  • …e l’olio.
  • Finisci la farina continuando a lavorarlo con le mani, sempre dentro la ciotola. Lascialo riposare una quindicina di minuti dentro la ciotola, coperto con un panno. L’impasto dovrà risultare ancora un po’ appiccicoso e con superficie a buccia d’arancia.
  • Trascorsi 15 minuti sposta l’impasto sul piano e lavoralo per 5 minuti o finché non avrà una superficie bella liscia.
  • Rimetti l’impasto nella ciotola e lascialo lievitare coperto con un panno per 90 minuti. Dovrà raddoppiare di volume. D’inverno puoi metterlo nel forno spento con la luce del forno accesa. Oppure puoi riscaldare il forno a 25 gradi (non superare i 30 gradi altrimenti uccidi i lieviti e non lievita più), poi lo spegni e ci metti dentro l’impasto.
  • Intanto puoi preparare la cipolla: affettala molto finemente e mettila a marinare in una ciotola condita con sale, olio e pepe. Copri con pellicola trasparente.
  • Quando l’impasto avrà raddoppiato di volume, 
  • riportalo sul piano e sgonfialo leggermente con le mani 
  • dando una forma rettangolare, poi piegalo in tre, come stessi facendo una pasta sfoglia: prendi uno dei lati corti e lo porti sopra coprendo l’impasto per meno della metà, esattamente per un terzo, poi prendi il lato corto opposto e lo porti sopra. Guardandolo di lato devi vedere tre strati. Se hai la teglia rettangolare lascialo così, se invece hai la teglia tonda come me, metti una mano da un lato e una dall’altro, in verticale, e poi con le mani fai ruotare la massa sul piano come fosse un giradischi, cercando di portare le mani sotto all’impasto. In questo modo otterrai una palla velocemente, con pochi passaggi.
  • Spennella d’olio la teglia, metti il panetto al centro e spennellalo con l’olio, in modo che la superficie non secchi durante la lievitazione. Lascia riposare per 45 minuti, in luogo riparato (il forno spento è perfetto).
  • Passato il tempo di riposo, inizia a stenderlo con i polpastrelli delle dita. 
  • Copri l’intera superficie della teglia con uno spessore omogeneo e fai in modo che i bordi risultino un po’ più alti. Lascia delle piccole fossette con le dita sull’impasto.
  • Strizza le cipolle sull’impasto, in modo da bagnare tutta la superficie. I bordi che avrai lasciato più alti eviteranno che il liquido coli nella teglia ammollando la base.
  • Rimetti a lievitare ancora per 90 minuti in ambiente riparato. D’inverno i tempi possono allungarsi di molto (anche raddoppiare) per cui ti consiglio di metterlo sempre in forno spento con la luce accesa.
  • Al termine del tempo di lievitazione riscalda il forno a 235 gradi, distribuisci la cipolla sopra l’impasto.
  • Inforna per i primi 12 minuti sulla posizione più bassa del forno, poi completa la cottura per altri 8 minuti nella posizione centrale.
  • Servita calda è semplicemente spettacolare.

Note

Una ricetta semplicissima anche se richiede un po’ di tempo per le molteplici lievitazioni ma sono a tutto vantaggio di digeribilità e gusto. Richiede infatti, grazie ai tempi lunghi di lievitazione, pochissimo lievito.
La ricetta è di mia nonna Ilaria, con la quale ho vissuto i miei primi cinque anni di vita, tutti i giorni. La focaccia con le cipolle era un classico della domenica mattina, come spuntino di metà mattina in attesa degli gnocchi che arrivavano per pranzo.
La teglia è esattamente quella che usava mia nonna… ha quasi cent’anni e.. si nota.
A me piace con molte cipolle ma si può tranquillamente diminuire la dose a piacere.
Va gustata tiepida e rigorosamente con un bicchiere di vino bianco.
Stampa Ricetta



RSS
Ricevi aggiornamenti
Facebook
Google+
http://casamicci.com/focaccia-con-cipolle">
Twitter